IL POLLINE

La maggior parte del polline che si trova nel nostro mercato è di importazione e arriva soprattutto dalla Spagna e dai Paesi dell’Est.
In Italia gli apicoltori hanno sempre avuto una certa diffidenza nel sottrarre il polline alle api, per paura di danneggiarle e di ridurre la produzione di miele.
Infatti a raccolta del polline è piuttosto delicata perché esso serve alle api per nutrire la covata.

In realtà le nostre api risentono minimamente della sottrazione:
prima di inserire le trappole, verifichiamo sempre che le famiglie abbiano abbondanti scorte ai lati della covata.

LA NOSTRA RACCOLTA

Raccogliamo il polline giornalmente o se l’umidità è contenuta (assenza di piogge o sbalzi termici) al massimo ogni 3 giorni. Infatti, a causa del suo elevato contenuto di acqua, esso può subire facilmente una rapida fermentazione:
dobbiamo raccoglierlo prima che si inneschi questo processo!

Una volta raccolto, lo puliamo accuratamente e velocemente dalle impurità (pezzi di api, insetti vari, covata calcificata, ecc.) utilizzando vagli con maglie sempre più strette, fino all’ultimo nostro controllo per eliminare con le pinzette i più piccoli residui.
Quindi, immediatamente nel congelatore!

Gli altri prodotti per il consumatore

Miele

Accedi alla sezione specifica sul miele

Pappa Reale

Accedi alla sezione specifica sulla pappa reale