PERCHÉ I PACCHI D’API

Anche il pacco d’api è una tecnica di controllo della sciamatura.
A vantaggio di essi, rispetto ai nuclei,  giocano tutta una serie di fattori legati al controllo delle patologie, non essendoci covata, favi e miele.
I pacchi sono costituiti da circa 15.000 api e servono per apportare aiuto agli alveari che stanno andando in produzione, o anche per creare in brevissimo tempo una nuova famiglia da un precedente nucleo.

COME LI PREPARIAMO

Essi sono prodotti non più di 24h prima della consegna e sono conservati in una cantina ben fresca e areata, per non avere perdite dovute all’invecchiamento e allo stress e evitare di dover nutrire a lungo. Per sfruttare al massimo il principale vantaggio che offrono e quindi consegnare il pacco d’api più sano possibile, nella nostra azienda non nutriamo in modo tale che le api siano costrette a consumare anche le scorte contenute nella borsa melaria eliminando eventuali spore.
I pacchi d’api possono essere preparati ben prima della produzione dei nuclei. Si scuotono in campo le api in uno speciale cassetto con i 4 lati verticali fatti di rete per 1,7 kg pesato uno ad uno e calcolando che con il calo di peso fisiologico del trasporto al cliente arriveranno sempre minimo 1,5 kg.
Benché si faccia attenzione a non inserire fuchi, non è escluso che qualcuno possa essere presente insieme alle operaie.

Gli altri prodotti per l’apicoltore

Nuclei

Accedi alla sezione specifica sui nuclei

Regine

Accedi alla sezione specifica sulle regine